5

Foresta Umbra

La foresta Umbra, che per quanto suoni strano è in Puglia, è una meraviglia! Si arriva in macchina, passando per una trentina di km in mezzo a una fitta vegetazione alta e verdissima. 

I parcheggi, un po’ selvaggi ai lati delle strade, ti permettono di arrivare velocemente al laghetto, pieno di pesci che si litigano le briciole. 

Abbiamo fatto un pic nic ai tavoli (la spazzatura devi riportarla via), e poi una breve passeggiata per raggiungere il recinto con i daini e l’area gioco bosco.

Sopratutto quest’ultima ci è piaciuta tantissimo. Come dice la presentazione è un’area chiusa in cui il bosco è stato un po’ addomesticato, ci sono sculture di legno, casette, trenini, tronchi su cui fare equilibrismo, pezzi di legno da usare come costruzioni.

Fa fresco, essendo molto ombreggiata e anche abbastanza in alto, noi stavamo bene in felpa. Assolutamente merita!!

0

Monte Sant’angelo 

Paesino dell’entroterra, dove l’aria si fa più fresca. Le case sono in calce bianca, contro il cielo blu e le montagne brulle. 

Il santuario di San Michele Arcangelo, costruito sopra la grotta in si racconta sia apparso è suggestiva. Il rione medievale ha degli scorci carini, e il castello è affascinante. Però, il tutto, mi sta lasciando un pochino delusa. Le strade sono sporche, i luoghi poco segnalati, c’è pochissima attenzione al turismo (che eppure non manca). 

I paesaggi, almeno, sono meravigliosi, e la focaccia cotta nel forno a legna anche! 😁😁

1

Edimburgo in 4

Tre giorni non bastano per questo spettacolo di città. Viva e da vivere.

Era la gita di fine anno del mio gruppo di studenti di Inglese, più parecchi esterni, eravamo 22. Mi sono portata dietro la famiglia e ci siamo goduti tre giorni insieme.

In ordine abbiamo avuto… 

il primo aereo di Livia. Un letto alla francese da dividere in 4. Km in fascia. Il sole e la pioggia, insieme. Una gita al mare. Gli scoiattoli. Hot dog a pranzo. Torte giganti a merenda. L’uva sempre in borsa. I body di mark&spencer. Il vasino portatile. Il tour della Edimburgo Sotterranea. Maite che dice ‘stordito’. 

Insomma, la Spagna, la Grecia, il Portogallo… sono tutti luoghi affascinanti. Caldi, mediterranei, colorati. Ma a me piace il nord. Di Edimburgo mi piacciono le case di arenaria nera, i giardini verdissimi, il vento.

1

Nerezine, Umag e ritorno a casa!

Ieri abbiamo fatto la nostra ultima gita, e abbiamo scelto Nerezine, la terza città più grande dell’isola, dopo Mali Losinj e Cres. In confronto a queste due è in realtà molto piccola, ma molto carina! 

Sul porto si affacciano i consueti ristoranti con maialini ed agnelli sulla brace.

Noi ci siamo diretti verso la baia Gabioka, dove c’è una bellissima pineta e una baia di ghiaietta molto protetta. L’acqua era cristallina, come sempre. In questa spiaggia era vietato il nudismo e anche il topless.


​Stamattina invece siamo partiti presto per prendere il traghetto delle 9 che ci riportava in Istria.

Ci siamo fermati ad Umag, poco prima della frontiera Slovena. Una delusione, dopo le meraviglie di Cres, ma abbiamo pranzato all’ombra della pineta del resort Stella Maris. Sul lungomare ci sono tantissime bancarelle di fast food e anche dei bar.

Dopo pranzo siamo ripartiti. Maite si è addormentata e l’abbiam svegliata dopo 4 ore. Credo sia molto stanca! 

Siamo finalmente a casa. Le valigie sono già state disfatte e nel clima di “estate finita” ho ripulito gli armadi di tutte le cose inutilizzate nella stagione estiva. Ogni tanto ho questi raptus di pulizia 🙂

Intanto ho fatto il giro di boa.

 20 settimane! 

1

Lubenice

Oggi abbiamo optato per la gita in barca. 250 kune a testa,pranzo compreso. 

Partenza alle 10. Circa. Maite è rapita dalle onde, dal vento, dagli scogli che scorrono veloci vicino. Arriviamo alle 11 alla spiaggia di Lubenice, raggiungibile via terra con un’ora di ripida discesa. Sinceramente con due bambini di due anni non era fattibile. La spiaggia è meravigliosa, davvero. Una piscina naturale, brulla e incontaminata, e anche poco frequentata. Il pranzo a bordo non è male.

Alle 15 si riparte. Sosta alla grotta azzurra, raggiungibile solo a nuoto e a cui io rinuncio, resto a bordo con Maite. Mi riferiscono che è carina,  ma piccola e buia. 

​In generale credo sia valsa la pena, per ora Lubenice è la più bella in cui siam stati!

0

Cres città

Ieri, nel tardo pomeriggio, siam partiti per Cres città. Dista meno di 20 km ma il tragitto é di circa 40 minuti. 

Bisogna parcheggiare fuori dal centro, e il parcheggio è sulle 8kn all’ora (circa un euro). 

Cres è molto viva e molto carina. C’è una piazzetta dove la sera compaiono le bancarelle, e anche il lungomare. Le spiaggie più vicine alla città sono di sassolini e piattaforme, tutte con la loro doccia(una costante in Croazia, ho notato), e sulla stradina che passa dietro ci sono vari baracchini che vendono dai souvenirs alle bibite alle patatine fritte.


abbiamo fatto un aperitivo in spiaggia al tramonto, poi ci siamo infilati nelle stradine del centro. Ci sono tantissimi cortili con scalinate piene di fiori, trattorie che con I tavoli occupano le stradine.

​Noi siamo finiti a cena in un ristorante sulla piazza, abbiamo aspettato quasi un’ora e non era nemmeno così buono, ma l’atnosfera della piazzetta in generale era molto bella! 

Mi é piaciuta più di Mali Losinj, perchè a poca distanza dal centro ci sono spiaggie carine e accessibili per i bambini, non manca la vita e l’offerta è ampia.

ci tornerei!