0

Prima febbre!

Come è normale che sia, questi mesi sono un susseguirsi di “prime volte”.
E quindi eccoti qui, per la prima volta tutta rossa, assonnata, un po’ stordita, diciamocelo, e con la fronte che scotta.

Sei bella da guardare, mogia mogia che ciucci qualsiasi cosa ti capiti a tiro, anche che frigni ogni cinque minuti pure mentre dormi. Fai tenerezza. Anche quando ti do la tachipirina e tu mi vomiti il mondo sulla spalla.

Buona prima febbre, Maite.

Pubblicità
0

Capodanno a tre

Niente di sensazionale, a dir la verità. Alle 21 dormivi, alle 23 dormivamo anche noi. Alle 00.00 sono partiti fuochi che neanche la festa dell’unità Centrale, e tu ovviamente non hai apprezzato. Neanche noi. Non mi piacevano prima, li odio proprio ora i fuochi e i botti.
Alle 3.30 ti sei svegliata. E sei rimasta sveglia fino alle 4.30.
Tuo papà ha voluto strafare e si è messo a lavare i piatti, così stamattina alle 9 era morto nel letto, senza muovere neanche un sopracciglio mentre tu strappavi capelli e vomitavi sul cuscino.

Adesso ti ha portato fuori, che c’è il sole e l’aria fredda fa bene.

Tuo cugino avrà ufficialmente un anno meno di te, visto che non è nato stanotte. Non sarà nemmeno il primo bambino dell’anno e non finirà su StudioAperto. Ma probabilmente si prenderà gli 80 euro al mese promessi da Renzi. Evviva. Tu neanche quelli, mi spiace.

Ma ieri hai ciucciato una crosta di pizza con piacere, e mi sembravi abbastanza soddisfatta.